26/05/2020

canoni di locazione: gli IMPIANTI sportivi esclusi dal credito d'imposta | diritto24 IL SOLE 24ORE 

dal credito d'imposta del 60%, previsto nel decreto legge 34/2020 c.d. "rilancio" un credito d'imposta per palestre e piscine che usufruiscono di spazi concessi in locazione.

L'art. 28 del Decreto "Rilancio", relativo al credito d'imposta per un importo corrispondente al 60% di quanto dovuto al locatore, per i periodi di marzo, aprile e maggio, estende l'applicazione del medesimo a svariate attività: industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico, nonché nel caso di esercizio abituale e professionale dell'attività di lavoro autonomo.
Non vi è, tuttaiva, riferimento a chi si occupa di attività sportive (gestori di impianti sportivi, palestre, piscine).

Leggi tutto
18/05/2020

LE BOUTIQUE FANNO RETE E APRONO ALL'APPORTO DI ALTRI PROFESSIONISTI | IL SOLE 24ORE 

l'avvocato mario fusani, founding partner di gf legal, parla del progetto "flex impresa" per una consulenza  ancora piu' ampia ALLE AZIENDE CHE DOVRANNO CONVIVERE CON LA NUOVA ORGANIZZAZIONE POST COVID-19.

Per far fronte alle necessità straordinarie del momento abbiamo deciso di offrire alle aziende una consulenza ancora più ampia.
Insieme ad altri professionisti, con esperienza pluriennale in ambiti legali diversi da quelli di nostra competenza, siamo in grado di offrire un'assistenza completa nella gestione della crisi e nella riorganizzazione aziendale.

Leggi tutto
11/05/2020

FASE 2 COVID-19: ANCORA SMART WORKING PER IMPRESE E PROFESSIONISTI | RISORSE UMANE-HR

I DECRETI DEL gOVERNO, E PER ULTIMO IL DPCM DEL 26 APRILE 2020, HANNO INVITATO LE IMPRESE AL MASSIMO UTILIZZO DI MODALITà DI LAVORO AGILE PER TUTTE QUELLE ATTIVITA' CHE POSSONO ESSERE SVOLTE DAL PROPRIO DOMICILIO O IN MODALITA' A DISTANZA.

Leggi tutto
05/2020

EMERGENZA CORONAVIRUS: L’IMPATTO NEL SETTORE AGRICOLO E VITI-VINICOLO | l'enologo RIVISTA ufficiale di assoenologi

L’emergenza Coronavirus ha coinvolto tutte le filiere produttive italiane, compresa quella agricola e viti-vinicola. L’impatto della pandemia ha, infatti, reso necessario l’intervento del Governo anche in materia agricola, al fine di tutelare aziende e lavoratori del settore.

Ai lavoratori del settore agricolo, il Decreto “Cura Italia” ha riconosciuto una specifica indennità per il mese di marzo pari a 600 euro per lavoratore. Tale indennità, che non concorre alla formazione del reddito e, quindi, non è tassata ai fini Irpef, spetta a tutti gli operai agricoli a tempo determinato, non titolari di pensione e che nel 2019 abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo.

Leggi tutto